Bicchieri e brindisi!

Con il lunedì ritorna la rubrica Galateo in chicchi, dedicata alle buone maniere (che ultimamente scarseggiano) e al galateo moderno. Perché il rispetto verso il prossimo passa anche dalla tavola. Non possiamo passare una serata di qualità se il commensale accanto a noi sgomita o emette versi strani trangugiando il suo brodino (di verdure, ovviamente!).

Nella prima puntata vi ho spiegato come apparecchiare la tavola per un pasto formale o una grande occasione.

Nella seconda, invece, vi ho spiegato come apparecchiare la tavola per le occasioni informali.

Nella terza vi ho svelato il significato che assumono coltello e forchetta a seconda di come li posizioniamo nel piatto.

Nella quarta vi ho parlato delle mani. Cosa possono o non possono fare.

Nella quinta abbiamo visto come comportarci con i vari tipi di cibo.

Oggi parliamo di bicchieri.

1) Bere. Prima di bere è norma pulire la bocca con il tovagliolo onde evitare di lasciare impronte sul bicchiere. Bisognerebbe pulirsi anche dopo aver bevuto, per asciugarsi la bocca.

2) Versare. Non bisogna mai riempire il bicchiere sino all’orlo. Lo stesso vale per tazze, tazzine da caffè e bicchieri dei liquori.

3) Mignolino. Mai sollevarlo. Prestiamo attenzione anche a non alzare troppo il gomito. In tutti i sensi!

4) Zuppetta. Mai intingere pane, biscotti e dolcetti vari nel caffè, nel tè, nella cioccolata. Tantomeno nel vino!

5) Stop. Se non si desidera che il bicchiere venga riempito basta fare un semplice cenno o dire:”no, grazie”. Mai coprirlo con la mano.

6) Brindisi. Nemmeno gli astemi dovrebbero astenersi. Per loro basta che portino il bicchiere alle labbra. Nelle occasioni formali bisogna alzarsi in piedi. I quelle informali si può rimanere seduti. “Cin cin”? No, dirlo è maleducazione!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento