POMODORI SOTT’OLIO

Ricetta raw e gluten free

I pomodori secchi sono molto più di un gustoso antipasto in quanto possono rappresentare l’ingrediente principale di gustosi primi o secondi piatti. Per quanto riguarda la varietà, è preferibile usare pomodori di dimensioni piccole o medie, non importa se rotondi o allungati.
Ci sono diverse modalità con cui essiccare i pomodori: naturale e con l’essiccatore.
 
L’essiccazione naturale è quella tradizionale, usata dalle donne di un tempo. Non comporta il consumo di energia ma bisogna armarsi di particolare premura e pazienza per evitare che i pomodori si rovinino.
Per essiccare i pomodori, lavali bene sotto l’acqua corrente a tagliali a metà, svuotali dai semi, cospargili di sale e mettili su una rete rigida. Ricorda che la parte della polpa va messa verso l’alto. Poni la rete al sole durante il giorno (dovrebbe essere inclinata per una migliore circolazione dell’aria) e toglila al tramonto. Ripeti l’operazione nei giorni seguenti sino a quando i pomodori non saranno secchi. A seconda delle condizioni climatiche ci possono volere anche 10 giorni, l’umidità ritarda il processo di disidratazione.

L’essicazione con il disadratatore è di gran lunga più semplice e veloce. Io adopero l’essiccatore Soul della Siquri a tecnologia a raggi infrarossi (infrared Ray) con la stessa lunghezza di quella solare.

Se ti interessa un essiccatore, vai sul sito http://www.siquri.com e usa il codice sconto “ESTRATTIDIGIOIA” per avere un trattamento speciale.

In un mercato ben fornito puoi reperire i pomodori già seccati, ma fai sempre attenzione al paese di provenienza!

Ma vediamo come procedere uno volta ottenuti i pomodori secchi.
 
INGREDIENTI
Pomodori secchi di dimensioni piccole e medie
Aglio
Capperi
Origano
Sale
Olio EVO
Mezzo bicchiere di aceto di vino bianco

PROCEDIMENTO
Sbollenta per un paio di minuti i pomodori secchi in una pentola con acqua e mezzo bicchiere di aceto di vino bianco. Scolali e lasciali raffreddare.
Ora i pomodori sono pronti per essere invasati. Disponili a strati in un vasetto sterilizzato a chiusura ermetica. Pressa bene a ogni strato e aggiungi, a poco a poco, i vari ingredienti. Alla fine riempi il barattolo con l’olio extravergine d’oliva sino all’orlo. Lasciali riposare per 24 ore in un luogo fresco e al riparo dalla luce del sole. Controlla il livello dell’olio, aggiungine se necessario. Aspetta almeno un mese prima di consumarlo, così saranno ben insaporiti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento