PATATE ‘MPACCHIUSE

Ricetta gluten free

Al contrario di quanto si possa pensare, la mia Calabria ha una lunga tradizione culinaria vegan caratterizzata da tanti, gustosi e, soprattutto, genuini piatti realizzati con gli ingredienti che la terra offre. Ed è proprio da questo presupposto che ha avuto origine l’idea di riunire tanta bontà in un libro. Il libro è rimasto solo una bozza (almeno per il momento!) ma è nato Vegando in…! Ecco una delle tante ricette tipiche.

Le patate ‘mpacchiuse possono essere preparate in numerose varianti. A esempio, a metà cottura si possono aggiungere due cipolle rosse di Tropea tagliate a fettine e olive nere. Un’altra variante la si può preparare con i funghi porcini puliti, tagliati e uniti sempre a metà cottura.

Nel corso della cottura le patate si legheranno fra loro, è proprio questo il significato del termine ‘mpacchiuse.

Ingredienti:
Mezzo chilo di patate silane
Uno spicchio di aglio 
Sale integrale q. b.
Olio EVO

Procedimento:
In una padella fai soffriggere lo spicchio di aglione toglilo. Lava e taglia a fette sottili le patate silane e ponile a strati nella padella. Sala a ogni strato. Copri la padella e lasciale cuocere, a fiamma moderata, per una decina di minuti. Girale con delicatezza e ultima la cottura sino a quando non si forma la crosticina.


FILEJA CON FAGIOLI DELL’ASPROMONTE DI NONNA INES

Al contrario di quanto si possa pensare, la mia Calabria ha una lunga tradizione culinaria vegan caratterizzata da tanti, gustosi e, soprattutto, genuini piatti realizzati con gli ingredienti che la terra offre. Ed è proprio da questo presupposto che ha avuto origine l’idea di riunire tanta bontà in un libro. Il libro è rimasto solo una bozza (almeno per il momento!) ma è nato Vegando in…! Ecco una delle tante ricette tipiche.

I fileja sono un tipo di pasta a base di acqua e farina che ha moltissimi geosinonimi.

La varietà di fagioli (chiamati pappaluni) che ho utilizzato è tipica di uno dei luoghi più incantevoli della Regione: l’Aspromonte. Parco Nazionale nel sud della Calabria, caratterizzato da un’ampia biodiversità e straordinari percorsi naturalistici.

Ingredienti per due persone:
160 grammi di fileja
100 grammi di fagioli dell'Aspromonte secchi
Una costa di sedano
Due pomodorini
Uno spicchio di aglio
Un peperoncino calabrese
Olio EVO
Sale integrale q. b.

Procedimento:
Lava i fagioli sotto l’acqua corrente e lasciali in ammollo per almeno 12 ore.
Scola i fagioli e cuocili in una casseruola ricoperti di acqua.
Dopo che hanno raggiunto il bollore abbassa la fiamma e continua la cottura aggiungendo, se necessario, acqua bollente. Sala verso fine cottura.
In un tegame fai soffriggere il sedano e i pomodorini tagliati a pezzetti, l’aglio e il peperoncino. Quando sono cotti, aggiungi i fagioli con un po’ di liquido di governo e fai insaporire.
Dopo aver scolato i fileja aggiungili ai fagioli e rigira il tutto per qualche minuto a fiamma bassa per amalgamare bene. Fai riposare a fuoco spento per un paio di minuti.

RAGÙ DI LENTICCHIE

Le lenticchie, dalla carne dei poveri sono passate alla carne di chi segue un’alimentazione sana e cruelty free. Secondo alcuni ritrovamenti sono il legume più antico coltivato dal genere umano. Sono buone e fanno bene ma, con l’arrivo della primavera, forse risulta meno piacevole mangiarle sotto forma di zuppa. Allora per i palati più esigenti, eccovi uno squisito ragù. Ottimo anche per le lasagne, da condire con una besciamella veg.

INGREDIENTI:
Due Carote
Un gambo di sedano
Una Cipolla Rossa di Tropea
Uno spicchio di aglio
Rosmarino
Un bicchiere di vino bianco
Un litro di passata di pomodoro
500 grammi di lenticchie lessate
Olio Evo q. b.
Sale integrale q. b.
Mezzo cucchiaino di zucchero di canna

PROCEDIMENTO:
Prepara il battuto con le carote, il sedano, la cipolla, l’aglio e il rosmarino. Lascialo soffriggere in una pentola antiaderente con un po’ di olio. Aggiungi il vino bianco e lascia evaporare. Aggiungi la salsa di pomodoro e lo zucchero. Dopo una decina di minuti aggiungi le lenticchie e lascia cucinare per altri 10-15 minuti. Aggiusta di sale.

HUMMUS (a modo mio)

Ricetta gluten free

Preparazione dell’hummus a uno show cooking

Hummus: io lo adoro così tanto che lo uso anche per condire la pasta. Ottimo anche nei tramezzini,  sui crostini, nei panini o mangiato a cucchiaiate!

È una ricetta divenuta simbolo della cucina mediorientale, le cui origini affondano in tempi antichi e la cui paternità è discussa e contesa. Il termine “hummus” appartiene alla lingua araba e significa “ceci” che ne rappresentano l’ingrediente principale. Si tratta di una salsa nutriente, ricca di vitamine e sali minerali, sana ma, soprattutto, golosissima!

Esistono svariate ricette originali (a seconda dei paesi) e numerosissime varianti. Io lo preparo così, in modo semplice e veloce.

Ingredienti:
250 grammi di ceci lessati
15 grammi di tahina
20 grammi di olio evo
Succo di mezzo limone
Aglio in polvere q. b.
Sale integrale q. b. 

Procedimento
In un mixer frulla tutti gli ingredienti sino a ottenere un composto omogeneo.

Vegando in… Basilicata!

Dalla Sicilia alla Basilicata, passando giusto per pochi giorni dalla Calabria. Giovedì 21 tornerò in uno dei locali più incntevoli e bio in cui sia mai stata: Backcoffe. Un business bar che offre prodotti di qualità rispettando tutti i criteri che dovrebbero essere imprescindibili: biologico, km 0 e stagionalità. Ma non si tratta di un semplice bar! Backcoffe è anche un luogo dove poter studiare e lavorare grazie alle moderne postazioni di coworking. Un perfetto connubio fra alimentazione sana (e golosa!), tecnologia e business. Poi, il colore dominante è il Verde-Vegando quindi…

Giovedì il mio show cooking sarà dedicato alla pasticceria vegana. Preparerò tanti dolci golosi senza usare latte, burro e uova!
Ecco il programma:

  • introduzione al mondo dei dolci veg
  • le sostituzioni: le uova
  • le sostituzioni: il burro
  • i tipi di latte veg
  • i dolcificanti
  • introduzione alle farine

Le ricette che realizzeremo:

  • Pan di Spagna
  • Crema Pasticcera
  • Latte di Nocciole
  • Biscotti alle nocciole
  • Tiramisù
  • Muffin al cocco

Vi aspetto per un pomeriggio all’insegna della dolcezza.

CREMA LEGGERA AL CACAO

Ricetta gluten free

Crema leggera al cacao

Una crema per gli amanti del cacao. Leggera, gluten free e golosa. Ottima anche per farcire una torta.

Ingredienti:
60 grammi di farina di riso
60 grammi di cacao amaro
40 grammi di zucchero di canna 
600 grammi di acqua 

Procedimento:
In una pentola metti la farina di riso, il cacao e lo zucchero. Mescola e aggiungi l’acqua. Metti sul fuoco e mescola con un frustino sino a quando non si addensa.

Venerdì… che gusto!

Venerdì 15 marzo, secondo appuntamento in collaborazione con l’enoteca e cioccolateria Sotto San Pietro nella spettacolare cornice del Convento del Carmine, in Piazza Matteotti a Modica.

Enoteca-cioccolateria Sotto San Pietro

Io sono felice di tornare con i miei show cooking nella mia amata Modica! Città ricca di arte, cultura e… cioccolato! Il famosissimo cioccolato di modicano, friabile e granuloso, che recentemente ha ottenuto il riconoscimento igp (divenendo, così, il primo cioccolato a essere tutelato dall’Europa). E il cioccolato di Modica sarà proprio alla base di una delle tante ricette che realizzerò nel corso: una prelibata e golosa crema.

Degustazione del Cioccolato di Modica all’enoteca-cioccolateria Sotto San Pietro

Ma sono anche altri i prodotti tipici che caratterizzeranno la cena. D’altronde uno degli obiettivi di Vegando in… è proprio quello di valorizzare i prodotti tipici della regione in cui mi trovo. Quindi largo spazio agli agrumi per il risotto, ai pomodorini secchi e al broccolo viola per i muffin salati, ai ceci (sui quali vi racconterò un particolare aneddoto storico che ebbe come teatro proprio Modica) che userò per preparare l’hummus.

Per accompagnare le pietanze ci penserà, ovviamente, l’esperto Giorgio Solarino. Per la serata ha scelto i vini ragusani della giovane azienda Vinanti e le grappe della Distilleria Bocchino. I nostri palati saranno allietati dai vini Lieto Chardonnay e Rosso di Dama, e dalla Grappa di Barolo elevato in barrique. Ma sarà Giorgio, nel corso dell’evento, a illustrarvi tutte le caratteristiche delle bottiglie scelte e spiegarvi come degustarle nel migliore dei modi.

Annagioia e Giorgio Solarino

Per una serata incantevole all’insegna dell’enogastronomia di qualità non vi resta, quindi, che prenotare al 3346124105.

STRONCATURA CON “CIAPPA” POMODORI SECCHI BIO

Pasta calabrese e pomodorini siciliani

Sono calabrese, amo la mia Terra, e amo la Sicilia, Regione meravigliosa che ormai mi ha adottata. In cucina amo giocare con gli ingredienti tipici unire queste duebregioni nei miei piatti. Ingredienti semplici e che affondano le radici nella tradizione.

Proprio come la stroncatura, pasta tipica calabrese, della Piana di Gioia, che anticamente veniva realizzata con i residui della farina e della crusca che, dopo le operazioni di molatura del grano, venivano raccolti da terra. Ed è proprio per le scarse condizioni igieniche che per lungo tempo è stata considerata illegale e venduta di contrabbando. Oggi viene prodotta dai migliori pastifici (nelle giuste condizioni igieniche, ovvio!) e, da cibo povero, ha ribaltato la sua posizione.

E come i pomodorini essiccati al sole di Sicilia come da tradizione, carnosi e saporiti.

Ingredienti
160 grammi di stroncatura
30 grammi di “ciappa” pomodori secchi bio
200 grammi di spinaci freschi
Aglio in polvere q. b.
Un pezzetto di zenzero fresco
Una manciata di semi di girasole
Olio EVO
Sale integrale q. b.


Procedimento
In una padella antiaderente fai appassire gli spinaci freschi in un cucchiaio di olio EVO. Aggiungi un pizzico di sale, l’aglio in polvere e i pomodorini secchi precedentemente ammorbiditi in un po’ di acqua calda. Cucina a fiamma bassa per pochi minuti. Scola la pasta al dente e falla saltare nella padella. Aggiungi lo zenzero grattugiato fresco e i semi di girasole. Buon appetito!

BISCOTTI RAW

Senza glutine e raw

Biscotti raw

Questi biscotti sono senza latte, senza uova, senza burro, senza farina, senza glutine, senza lievito, senza lattosio, senza grassi e senza… cottura! Quando lo dico tutti mi chiedono: “e che ci hai messo dentro?”, solo quattro sani e golosi ingredienti. Inoltre sono senza cottura perché li ho preparati nel mio fantastico disidratatore Soul della Siquri, non superando i 42 gradi centigradi. Si tratta quindi di biscottini crudisti che, vi assicuro, piacciono a tutti.

Se ti interessa un essiccatore, vai sul sito http://www.siquri.com e usa il codice sconto “ESTRATTIDIGIOIA” per avere un trattamento speciale.

Ps. Ah, questi biscotti sono caratterizzati anche da un altro “senza”, il senza violenza sui nostri amici animali. Per un tipo di alimentazione che faccia bene a noi e non faccia del male a nessuno.

Ingredienti
300 grammi di banana (3)
300 grammi di mela rossa (4)
200 grammi di cocco grattugiato
Semi di papavero

Procedimento
Con un minipimer a immersione frulla, a più riprese in modo tale da non far surriscaldare le lame, le banane e le mele. Aggiungi il cocco grattugiato e i semi di papavero. Stendi l’impasto sulle teglie, taglialo e metti nell’essiccatore per circa 15 ore. Si conservano bene in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente.

MUFFIN SALATI DI SOLE

Mi trovo in Emilia Romagna da mia sorella per riposarmi un po’ dal mio “vagare” ma soprattutto per studiare e dedicarmi al nuovo sito.

In vista dello show cooking che terrò il 15 marzo a Modica, in collaborazione con Sotto San Pietro, ho realizzato una nuova ricetta. Pensavo a dei muffin salati, soffici e con un ingrediente tipico della mia amata Sicilia, i pomodorini secchi. Ma volevo un ingrediente in più anche perché dei muffin con i pomodori secchi li avevo già fatti. Allora mia sorella mi ha suggerito di aggiungere una crema di broccoli. L’esperimento è riuscito benissimo: muffin colorati con un ottimo contrasto fra la delicatezza dei broccoli e il sapore forte dei pomodorini.

INGREDIENTI
200 grammi di farina di tipo 1
100 grammi di farina manotiba
50 grammi di pomodori secchi bio
200 grammi di broccoli lessati
10 grammi di polvere lievitante bio
60 ml di latte di soia non zuccherato
100 grammi di olio di arachidi
Sale integrale q. b.

PROCEDIMENTO
In una ciotola setaccia le farine e il lievito e aggiungi il sale. Schiaccia con una forchettabi broccoli lessati sino a creare una crema, quindi incorporala agli ingredienti secchi. Aggiungi i pomodori secchi (che precedentemente hai fatto ammorbidire per qualche minuto in acqua tiepida). Unisci l’olio e iI latte. Impasta finché non ottieni un composto compatto e soffice. Riempi i pirottini e cuocili in forno statico a 180° per circa venti minuti.